Goetterdaemmerung, la mostra fotografica Il Crepuscolo degli Dei di Sven Marquardt

By on 30 Ott 2014
Goetterdaemmerung e la mostra fotografica  Il Crepuscolo degli Dei

In data 9 novembre 2014 si inaugura a Torino la mostra fotografica di Sven Marquardt – Il Crepuscolo degli Dei- evento che durerà fino al 12 Gennaio 2015. L’iniziativa è a cura di Enrico Bedanti e Eugenio Viola; il giorno di inizio della mostra fotografica non è una data indicata dalla causalità: era il 9 novembre del 1989, precisamente venticinque anni accadeva un evento di fondamentale importanza per la storia della Germania: la caduta del muro di Berlino.

Ancora oggi sono celebri le immagini che fecero il giro del mondo in quei giorni, le emittenti televisive del globo trasmettevano a tutte le ore i video che riprendevano uomini e donne che abbattevano con le loro mani il famoso “Muro” che divideva una stessa città.

La kermesse fotografica ha l’intento di festeggiare quest’importante anniversario, un progetto culturale che vedrà uniti il capoluogo torinese con la capitale della Germania, Berlino. La mostra presenterà sessanta fotografie in bianco e nero, tecnica usata della fotografia analogia e stampa “fine-art” che raccontano gli ultimi anni della città di Berlino, fotografie rappresentative dei cambiamenti della capitale tedesca, che raccontano oltre mezzo secolo di storia, dai tempi della guerra fredda fino a oggi, mutazioni socio politiche – culturali che hanno interessato la Germania e nello specifico, la città di Berlino.

Sven Marquadt è un fotografo di origine tedesca, per molti anni la sua carriera è stata definita da “clandestino” nell’era moderna è riconosciuto come un fotografo professionista e ritenuto uno dei massimi esponenti del settore in Germania, tanto da appartenere a uno dei Club più rinomati del mondo, il Berghain.

Il titolo della mostra fotografica racchiude un significato profondo, rappresenta una tipica espressione appartenente alle popolazioni nordiche: il crepuscolo degli Dei, tradotto in tedesco – Götterdämmerung, indica la fine del mondo, definito il giorno della grande e immensa catastrofe, quando gli Dei si troveranno a scontrarsi con le oscure forze destinate ad annientarli. La letteratura, la cinematografia e la musica hanno rivisitato diverse volte quest’ambientazione empirica; le fotografie della mostra fotografica sono uno spaccato di memoria, momenti di vita vera e reale vissuti dal fotografo, che vedono nel professionista questa sua interpretazione o immaginario del futuro.

Informazioni generali del comunicato su tutte le indicazioni necessarie per visitare la mostra con orari e luogo di esposizione:

Torino
Luogo: Palazzo Saluzzo Paesana / Ex Cimitero di San Pietro in Vincoli
Curatori: Enrico Debandi, Eugenio Viola
Enti promotori:

  • Regione Piemonte
  • Città di Torino
  • Goethe-Institut Turin

Â

Costo del biglietto: una sede € 5, due sedi € 8, giovani e studenti universitari fino a 25 anni/over 65/possessori Tessera Musei/possessori Tessera ToBike € 5

e mail info: info@goetterdaemmerung.it

sito ufficiale – http://www.goetterdaemmerung.it

Â

About Tiziana Cazziero

Tiziana Cazziero è una scrittrice con all'attivo cinque pubblicazioni, è blogger e articolista free lance dal 2010; scrive in vari settori e tratta diversi argomenti, tra questi c'è anche quello della fotografia: passione e hobby cui si dedica nei suoi momenti di svago, ma anche come argomento del suo lavoro. Ha intervistato diversi fotografi e scritto su un blog di fotografia per più di un anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *