La moda della ricostruzione unghie con il gel

By on 28 Ago 2013
unghie gel

Tra le tante mode che spopolano nell’universo femminile trova sempre più spazio quella della nail art, cioè l’arte di ricostruire le unghie per renderle sempre più belle e seducenti. Tra i tanti metodi che vengono utilizzati, sia dagli esperti del settore che da chi predilige il fa da te, il metodo che utilizza i prodotti per la ricostruzione unghie gel è quello che riscuote il successo maggiore, perché permette di rendere le unghie una vera e propria opera d’arte.

La metodologia della ricostruzione con l’utilizzo del gel non è però la più semplice da utilizzare, perché anche un seppur minimo errore nella procedura può inficiare tutto il lavoro, ed infatti questa è anche la ragione principale per cui la maggior parte dei siti web specializzati nel settore della nail art organizza dei corsi professionali dove viene insegnato il corretto utilizzo di tutti i prodotti dedicati.

Vediamo a grandi linee come si deve procedere per fare una corretta ricostruzione delle unghie con il gel, partendo ovviamente dalla preparazione delle stesse. Per prima cosa bisogna ammorbidirle, per cui è consigliabile metterle a bagno per qualche minuto, dopodiché si passa alla eliminazione delle fastidiose cuticole ed alla fase di limatura, che serve per accorciale nella maniera più uniforme possibile.

La fase della limatura può risultare una delle più faticose da portare avanti, ed è per questo motivo che spesso si preferisce utilizzare una pratica fresa per unghie al posto della classica limetta, stando sempre ben attente al grado di abrasione dell’unghia, perché se è vero che con la fresa si guadagna in tempo e fatica, è altrettanto vero che se non si è pratiche nell’utilizzo si può sbagliare facilmente.

A questo punto non resta che eliminare la presenza degli eventuali residui, e cercare di rendere l’unghia il più possibile opaca e ruvida, questo perché il gel possa aderire in maniera perfetta. La preparazione dell’unghia è praticamente una fase fondamentale quando si utilizza la ricostruzione in gel, perché se fatta nella maniera corretta permette di diminuire il rischio che ci siano delle imperfezioni a livello estetico.

Ora possiamo passare alla fasi della stesura del gel. Prima di tutto bisogna applicare il cosiddetto primer,  cioè quel prodotto che permette la perfetta adesione del gel sull’unghia, che una volta asciutto ci consentirà di stendere un primo strato di gel nello stesso modo in cui si mette lo smalto, per poi polimerizzarlo tramite l’utilizzo di una lampada a ultravioletti per qualche minuto.

Infatti qualsiasi tipologia di gel si utilizzi è necessario polimerizzarlo, il che consiste nel farlo asciugare tramite i raggi ultravioletti in modo tale da fissarlo sull’unghia. Le lampade uv più utilizzate per questa fase sono quelle con tre bulbi, che di solito garantiscono una potenza maggiore e quindi un tempo di asciugatura più breve. Finita questa fase si può decidere se applicare delle decorazioni o delle french, oppure formare la classica curva C aggiungendo un’altra goccia di gel, che andrà di nuovo polimerizzato con la lampada.

La ricostruzione delle unghie con il gel è quindi un processo abbastanza lungo ed elaborato, ma se viene fatto nella maniera più giusta può veramente trasformare le mani di una donna in un’arma di seduzione irresistibile.

About Magnanima Del Getti

Press Officer presso Ufficio-Stampa.net dove ci occupiamo di marketing e web reputation. La passione per la moda, il lifestyle e la fotografia.

One Comment

  1. Pingback: La moda della ricostruzione unghie con il gel | BloggerV

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *