Fotografare: consigli e suggerimenti

By on 3 Nov 2014
Fotografare consigli e suggerimenti

Scattare buone fotografie di qualità sembra un gesto semplice: impugni la tua fotocamera, inquadri il soggetto e via con il tuo click. Sbagliato.

Oggi anche se l’era del digitale aiuta molto in questo contesto, scattare una fotografia bella, nitida e di una discreta qualità, richiede il giusto tempo di posa, osservazione e soprattutto, qualche accorgimenti in più, che anche per te, che non sei un professionista del settore, ti potrà permettere di ottenere immagini splendide e sicuramente molto belle da mostrare ad amici e parenti.

  • Che cosa fare per avere una buona fotografia?

Non è necessario avere una strumentazione di prima qualità o una fotocamera costosa con tutta l’attrezzatura al seguito, se sei un appassionato di fotografia e ti diletti con il tuo smartphone, anche in questo caso, perché non seguire alcuni suggerimenti per ottenere fotografie discrete e di qualità?

  • La luce

L’illuminazione o comunque l’illuminazione esterna è un elemento fondamentale per ottenere belle fotografie; gli esperti consigliano di non scattare fotografie quando il sole è alto, quando l’orologio tocca mezzogiorno, la sua pozione imponente nell’infinito cielo celeste, può rovinare un’aspirante bella fotografia; i professionisti affermano sempre che i momenti migliori sono l’alba e il tramonto, quando la luce del giorno conosce sfumature diverse, non è accecante e soprattutto non crea ombre sui probabili oggetti e soggetti delle fotografie.

  • Posizione

La posizione del fotografo è importante: non avete mai visto i professionisti all’opera? Non avete notato le loro pose, tal volta anche divertenti per un occhio non allenato nel settore fotografia? Sembra che si divertano a danzare con le loro fotocamere digitali, spesso sono sdraiati a terra, altre volte invece sono rannicchiati sulle ginocchia per inquadrare al meglio soggetti bassi come animali o bambini o, semplicemente persone sdraiate in spiaggia o sulla neve o su un bel prato fiorito. Sicuramente inquadrare un soggetto specifico, una persona, è più facile apparentemente rispetto a un panorama; in questo secondo caso è importante scegliere bene che cosa inquadrare, fare le dovute valutazioni, scegliere quale parte del paesaggio immortalare con il proprio obiettivo e quando si è pronti, procedere.

Si possono fare delle prove di scatto e o di inquadrature; posizionarsi sul soggetto da fotografare, premere leggermente sul dispositivo, in modo da non scattare immediatamente la fotografia, ma valutare come agisce l’autofocus, ossia, vedrete un quadrato che si aggirerà sul display, sarà quello il punto su cui è focalizzata la fotocamera e che renderà il centro della vostra fotografia. Se quello che vedrete rispecchia la vostra volontà, pigiate sul click e otterrete la vostra fotografia.

Questi suggerimenti sono dati da una modesta esperienza della sottoscritta nel settore in modo del tutto amatoriale, per solo diletto; in rete comunque ci sono molti post di fotografi affermati professionisti nel settore, che sprigionano questo genere di consigli anche da un punto di vista tecnico e con maggiori dettagli.

About Tiziana Cazziero

Tiziana Cazziero è una scrittrice con all'attivo cinque pubblicazioni, è blogger e articolista free lance dal 2010; scrive in vari settori e tratta diversi argomenti, tra questi c'è anche quello della fotografia: passione e hobby cui si dedica nei suoi momenti di svago, ma anche come argomento del suo lavoro. Ha intervistato diversi fotografi e scritto su un blog di fotografia per più di un anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *